L’orientamento è uno dei fattori più significativi della qualità del sistema scolastico, in quanto costituisce una delle premesse fondamentali per garantire ad ogni singolo studente un successo formativo adeguato alle proprie attitudini e propensioni.

L’orientamento è attività delicatissima, che richiede alla scuola attenzione, cura, sostegno tecnico alle scelte dei ragazzi.

Cambiare indirizzo di studi non è pertanto una sconfitta per l’alunno e va vissuta  come  un evento ordinario  nel percorso che la stessa riforma prevede come una possibile opzione.

 

E’ una dimensione permanente della didattica soprattutto nel primo biennio, in quanto metodologia che sviluppa consapevolezza di sé, degli oggetti della conoscenza, dei propri stili e strategie di apprendimento, e assume un rilievo particolare nelle fasi di passaggio tra i diversi gradi e ordini di istruzione, quando cioè si assumono decisioni importanti per l’attuazione del personale progetto di vita.

 

La normativa sull’innalzamento dell’obbligo di istruzione (L. 9/99 e relativo Regolamento D.M. 323/99) recepisce la complessità dell’orientamento e ne articola l’attuazione in termini non solo di “aiuto a scegliere”, nel passaggio dalla scuola di base a quella superiore, ma anche di “aiuto a modificare la scelta” all’interno dello stesso sistema dell’istruzione (Ri-orientamento) attraverso i passaggi tra vari indirizzi anche di diverso ordine di studi.

Condizioni per il passaggio tra i sistemi

 

Le conoscenze, competenze e abilità acquisite nel sistema della formazione professionale, nell'esercizio dell'apprendistato, per effetto dell'attività lavorativa o per autoformazione costituiscono crediti per l'accesso ai diversi anni dei corsi di istruzione secondaria superiore. 

Idoneità alle classi

 

L’esame di idoneità vale per il passaggio da una classe ad un’altra dell’Istituto Kandinsky.L’iscrizione ad una classe superiore, rispetto al titolo di studio in possesso, avviene mediante il superamento con esito positivo di tutti gli esami delle discipline interessate e subordinatamente alla decorrenza dell’intervallo prescritto dalla normativa vigente.D.L.vo 16.04.94 n.297art.192 comma 4.

 

Una stessa classe si può frequentare soltanto per due volte. In casi assolutamente eccezionali, il collegio dei docenti, può consentire, con deliberazione motivata, l'iscrizione per una terza volta.  

 

 

Allegato 1

Progetto “la scuola al centro”: insieme si diventa

 

Allegato 2

Progetto “Manchi solo tu”

 

Allegato 3

Progetto “Misura per misura” – Qualificazione del sistema scolastico in contesti multiculturali, anche attraverso azioni di contrasto della dispersione scolastica - Bando FAMI 

 

Gli allegati sono scaricabili qui sotto:

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.